Walter Disney e le dicerie sul suo conto

Si sa, più sei famoso e più dicerie ci saranno sul tuo conto. Esse sono, per di più, storie inverosimili che trovano larga diffusione con il rischio di fare reali danni a cose o persone. Tra le figure più bersagliate di sempre c’è Walter Elias Disney, animatore e imprenditore statunitense, fondatore della più famosa compagnia cinematografica di tutti i tempi: la Walt Disney.

Walter Elias Disney

La leggenda più popolare sul suo conto è che, dopo la sua morte, si sia fatto ibernare e che il suo corpo sia tutt’ora conservato, in attesa del risveglio, in una stanza segreta sotto la giostra “Pirati dei Caraibi”, nel suo parco giochi in California. Ovviamente non c’è nessun tipo di fondamento riguardo questa notizia che , probabilmente, si è diffusa a causa della cremazione del corpo in seguito ad un funerale intimo e veloce, aggiungendo così un aurea di mistero alla sua morte.

Altra famosa diceria, con nessun fondamento, è quella delle morti avvenute all’interno di Disneyland e il loro tentato insabbiamento. Tra le cause dei decessi vi è la “Casa Stregata”, giostra infestata dai fantasmi e con la fama di essere così paurosa da spaventare a morte i suoi ospiti. Si dice che i legali di Disney avessero fatto pressioni per tenere segrete le notizie delle scomparse ma, tutto ciò, risulta non vero, dal momento che tutte le morti sono state normalmente riportate su quotidiani e sono dovute alla negligenza dei turisti nei confronti del regolamento di sicurezza.

Disneyland

Dopo la sua morte, iniziò a girare la voce che Walter fosse cinico, crudele e sostenitore del nazismo, teoria sviluppatasi a seguito di un murale nel parco che raffigura alcune persone ricche sedute a dei tavolini di un caffè, tra le quali, alcuni vi rivedono un soldato nazista. Quando l’artista si fece avanti, confermò di aver disegnato un soldato (come simbolo per non dimenticare la guerra) ma puntualizzò che non vi fosse alcun segno riconducibile ai corpi militari tedeschi. Anche questa diceria si rivela non solo infondata, ma anche impensabile, considerata la massiccia campagna anti-nazista svolta dal Signor Disney.
Teorie e leggende da sempre avvolgono le figure di personaggi famosi, fino ad arrivare all’assurdo, e Walter Disney non ne è stato risparmiato, perché, essendo stato un uomo amato e affascinante, ha, da sempre, stuzzicato la curiosità della gente che ha fatto di tutto per sapere qualcosa di più sul suo conto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *