Acqua come se non piovesse

Sempre meno importanza viene data a questo elemento della natura, dal quale tutto ha avuto origine e senza il quale non esisterebbe vita. Basti pensare che il 60-65% del peso corporeo è rappresentato proprio dall’acqua. Esistono poche cose al mondo più importanti dell’acqua ma chissà perché finisce sempre per essere dimenticata e sostituita. Accade spessissimo in palestra che prima, durante e dopo l’attività fisica si cerchi di reintegrare i liquidi persi bevendo, sì, ma cosa? Di tutto davvero, ma quasi mai si tratta di acqua.  L’acqua non ha sapore e perciò viene snobbata a favore di bevande, per lo più zuccherate, colorate e magari gasate.

Quasi nessuno sa, e tra coloro che sanno quasi nessuno dice, che uno dei primi sintomi della disidratazione sia la stanchezza; e così vengono consigliati integratori di varia natura “adatti al cambio di stagione”, quando la vera forza sta solo nell’ingestione del bicchiere d’acqua e non nella polverina magica che vi verrà disciolta. Non è un mistero che il fabbisogno idrico cambi da individuo a individuo, influenzato da vari fattori tra cui quantità di perdite e alimentazione, e che in certe situazioni (gravidanza, durante la lattazione e in alcune condizioni patologiche) vi siano fabbisogni aumentati, ma con una certa leggerezza è possibile consigliare un introito idrico tra il litro e mezzo e i due litri di acqua al giorno.

image

C’è ancora molta confusione circa questo elemento imprescindibile per la vita. Nonostante svariate ed esplicite relazioni da parte degli organi competenti circa la potabilità dell’acqua che sgorga dal rubinetto, ancora molti si lasciano raggirare da abili venditori e finiscono per comprare quelli che per legge non possono essere definiti “depuratori” ma in fase di compra-vendita così vengono chiamati. Un sacco di soldi serve per comprare un aggeggio che priva l’acqua della sua parte migliore, i minerali, e un altro sacco di soldi occorre per compare bustine di minerali da miscelare a quell’acqua vuota per non perdere la salute.

image

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *