E Luce fu!

Del tutto affascinata (mi sento così). E sono impaziente di raccontarvi tutto.
Questo articolo nasceva con lo scopo di suggerirvi un bar carino per prendere un buon caffè.

Poi qualcosa è cambiato e sono arrivata alla conclusione che ognuno ha il suo preferito. Un po’ come il profumo, che è strettamente personale, legato alle abitudini e all’umore.

Sono stata in Fondazione Prada Milano perché da quando ha cambiato sede – Largo Isarco n° 2, per intenderci  zona P.ta Romana nella ex distilleria Società Italiana Spiriti – non avevo avuto modo di visitarla.

A parte la bellezza dell’edificio, del suo scopo culturale ed artistico, è importante visitare la fondazione per un altro motivo: il Bar Luce.

Credetemi quando vi dico che non ricordo il sapore del caffè preso. Ero “ubriaca” da cotanto splendore.

La location è stata interamente concepita e realizzata dal regista Wes Anderson e ripropone una fedele ricostruzione di un bar milanese anni 50. Un set cinematografico con indiscussa protagonista la “Vecchia Milano”.

Arredi, pareti e luci ripercorrono il periodo Neorealista e nazionale popolare.

Proprio per questo motivo ho avuto la sensazione che, oltre ad essere un luogo di ritrovo, il Bar Luce sia nato con lo scopo di essere fonte di ispirazione per artisti e sognatori – come me -.

Per chi volesse visitarlo, vi lascio un appunto degli orari:

lunedì/mercoledì/giovedì, 9-21

venerdì/sabato/domenica, 9-22

Chiuso il martedì

Come si dice in questi casi? …E luce fu!

Non dimenticatevi di indossare gonnellini a vita alta a pois, foulard e gelatina sui capelli!

luce

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *