Eravamo ragazzi ancora,con il tempo aperto davanti

 

 

powel
Robert Baden-Powell

 

Nel 1907 Robert Baden-Powell fonda il movimento mondiale dello scoutismo. Non sopportava l’idea di vedere i ragazzi inglesi oziare e pensò a una strategia per far si che si mettessero in gioco.

 

Oggi, 2016: il movimento scout conta circa 40 milioni di iscritti.

Essendo stata una scout e convinta che scout si è per sempre, a prescindere dalla decisione di continuare o meno il percorso, non posso che appoggiare a pieno questa scelta educativa, perché è di questo che si tratta. Nel momento in cui si recita la promessa e si accetta la legge scout si entra in un mondo dal quale non si uscirà mai più. Si promette di impegnarsi, per un futuro migliore; si promette di essere cortesi, di rispettare la vita in ogni sua forma. Si promette o meglio ci si impegna a esser sempre felici anche nelle difficoltà perché proprio attraverso l’esperienza dello scoutismo, partendo dalle piccole cose, si impara a sopportare e ad apprezzare. Apprezzare la pioggia torrenziale che impregna la tenda e costringe a dormire bagnati; apprezzare il cielo stellato che culla e fa addormentare sereni; apprezzare il vento che accarezza il viso dopo ore di cammino; apprezzare lo stare insieme ad altri ragazzi che,  come te, hanno scelto di rinunciare in parte a tutte le comodità dalle quali il mondo sembra diventato dipendente.

Una parte del cuore sarà sempre legata allo scoutismo. Nessuno potrà cancellare dai ricordi di un ex scout le notti passate a cantare davanti al fuoco, i giorni passati al freddo con le gambe tremanti a causa dei pantaloncini corti. Le idee di condivisione, semplicità, accoglienza e responsabilità resteranno per sempre impresse nella mente e nell’anima e riemergeranno in ogni momento della vita.

” Va, più in su, più in la, CONTROVENTO è lotta dura ma tendi lo spago e se sta cuore a noi non è vana speranza, cambierà”

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *