Innamorarsi a Milano…

Non è assolutamente vero che noi milanesi dedichiamo poco tempo all’Amore.

Semplicemente ci siamo adoperati per ottimizzare il nostro tempo, riuscendo ad incastrare perfettamente questa letterina A (o il suo surrogato) tra l’ora di yoga del lunedì, il corso di cinese del martedì, il tango argentino del mercoledì e la puntata di Masterchef del giovedì.

In che modo? Ve lo spiego di seguito.

Passando la maggior parte del nostro tempo in ufficio, decidiamo che il nostro lui o la nostra lei in questione debba essere un collega.

La statistica parla chiaro: l’80% dei milanesi ha una relazione ufficiale o ufficiosa all’interno del posto di lavoro.

Da qui, tutti i luoghi comuni dell’approccio e del corteggiamento vengono ben presto sostituiti e adattati.

L’invito a bere un caffè nel bar del centro diventa: “ti va un caffè tra 5 minuti alla macchinetta del terzo piano?”

La passeggiata al parco è: “ho lanciato una stampa alla fotocopiatrice di circa 950 pagine. Ti aspetto per fare quattro chiacchere, così passiamo un po’ di tempo insieme”

La cena a lume di candela è una pausa pranzo di 50 minuti scarsi dove non puoi stropicciarti troppo perché alle 2 p.m. hai un video-call con Dubai.

E le famose lettere d’amore??

Ora è l’era di whatsapp! Dei suoi status, visualizzazioni, on-line, e foto profilo.

Se l’azienda poi è dotata di messanger interno, siete a dir poco finiti, perché rischiate l’incasinamento nel giro di 3 minuti per le numerose conversazioni aperte.

Vatti a ricordare tutto…

A Milano hai la fortuna di trovare persino la location giusta. Una scrivania ubicata in un bel palazzo, magari antico, con il giardino, così alle 4 del pomeriggio quando sei in preda alla disperazione da “chiusura bilancio”, ti può capitare di guardare fuori dalla finestra e sentirti una principessa. In attesa del principe, che immancabilmente si palesa davanti a te per chiederti se puoi dargli il feedback del meeting sul forecast e forwardarglielo asap.

In fondo per noi milanesi “innamorarsi” è un secondo impiego . Richiede energia, sforzi disumani per la scelta dell’outfit giusto, smartphone di ultima generazione.. ma così facendo ci sentiamo appagati. Sempre.

W l’amore. E i cuoricini sulle fatture.

tumblr_msi374lIjF1s0pdg8o1_500

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *