Cos’è lo stile?

Che sia un fermaglio tra i capelli.

Che sia un foulard di seta, magari legato alla borsa e non al collo.

Che sia un ciondolo diverso da quelli che si vedono in giro – troppo spesso-.

Che sia un paio di scarpe a cui siete affezionati.

Che sia un’espressione del volto o un vocabolo che ripetete spesso.

Purchè sia “vostro”. E con vostro non intendo di vostra proprietà, ma che evinca la vostra personalità . Il vostro “biglietto da visita”. Il dettaglio che vi distingue dalle altre persone.

Ecco cos’è per me lo stile. Il valore aggiunto che hai o non hai. Non il saper scegliere qualcosa alla moda ed ultra costoso. Non la bellezza sovrana.

Essere eleganti, piacevoli e a proprio agio durante una conversazione.

Sorridere e saper ascoltare. Scordarsi del bene che si dona e non aspettarsi nulla in cambio.

Per comprare un abito o scegliere le nuove tendenze ci aiutano riviste, web e fashion blogger –che sono il nuovo nero-.

Ma per avere stile bisogna rischiare. Rischiare di non essere una copia.

Una copia non sarà mai un “originale”.

Per tutto il resto c’è Mastercard

1927

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *