Le abitudini alimentari dei norvegesi e la ricetta delle kjøttboller

Cosa si mangia al nord? I norvegesi sono maestri nella conservazione dei cibi, sono attenti alla natura e amano il pesce. Ma ad essere uniche sono soprattutto le loro polpette

La Norvegia è una scoperta culinaria che lascia sorpresi e con l’acquolina in bocca. Soprattutto gli amanti del pesce possono sperimentare in questo paese sapori e accostamenti inusuali. Ma la Norvegia è anche carne, sana e da allevamenti non intensivi, formaggi, specialmente di capra e pecora e dolci ricchi e calorici.

A causa delle rigide temperature i norvegesi sono diventati dei maestri dell’essiccazione, della salagione e delle conserve di frutta fresca. Le stesse temperature fanno sì che si possa coltivare senza l’uso di pesticidi, benché certamente non tutte le colture siano possibili. Sono presenti sul territorio numerose fattorie che producono latte, formaggi e carne. Gli allevamenti si trovano in un ambiente sano e soggetto a leggi molto rigide sul benessere degli animali. Da questo punto di vista la Norvegia è uno dei paesi che maggiormente si può definire Bio.

FangstbÂt, skrei

Il pesce è largamente consumato in Norvegia. Fa parte della dieta di ogni norvegese che lo consuma in media 2/3 volte la settimana. Storicamente i norvegesi si sono sempre dedicati alla pesca, soprattutto dei salmoni e delle aringhe che, a causa delle acque fredde, risultano avere una carne più grassa e sostanziosa.

Il pasto più importante è la colazione, che consiste in latte, succo di frutta, frutta fresca, formaggi e tartine. Queste ultime di solito sono a base di salmone affumicato, caviale, pesce bianco (come ad esempio il merluzzo) dissalato o marinato. Vengono accompagnate con differenti salsine o con il burro. Pane e confetture ma anche le uova prendono posto nella tavola della prima colazione.

In Norvegia, per abitudine, il pranzo si prepara al mattino per portarlo a scuola o a lavoro. Il matpakke –lunch box o, per dirla in dialetto, la schiscetta- consiste solitamente in un sandwich e frutta fresca.

matpakke –lunch box

La cena è l’unico pasto caldo che viene consumato quotidianamente. Consiste spesso in zuppe di carne o pesce accompagnate da verdure come la verza o il cavolo. Il piatto caldo per eccellenza è il fårikål,  uno stracotto di carne di montone e verza accompagnato dalle patate che vengono cotte intere e con la buccia nella stessa pentola.

Anche i norvegesi, come i loro vicini svedesi, non rinunciano ai dolci, il più comune è il rømmegrøt, un porridge a base di panna acida, latte intero, burro e farina, accompagnato di solito da conserve di frutta o frutta secca.

Uno dei piatti più amati del mondo e adorati dai bambini sono le polpette, e anche i norvegesi hanno la loro tradizione a riguardo. Si chiamano kjøttboller e ricordano un po’ quelle svedesi.

In una ciotola versare 2/3 di una tazza di pangrattato (non troppo fine) e mezza tazza di latte e lasciar riposare qualche minuto. Nel frattempo in un’altra ciotola impastare 230gr di trita di manzo, 150gr di trita di maiale e 150 di trita di vitello con un uovo. Aggiungere alla carne mezzo cucchiaino di pepe macinato, un cucchiaino di sale, un pizzico di noce moscata, un pizzico di zenzero triturato e un pizzico di pepe garofanato (sostituibile con i chiodi di garofano macinati). Le spezie e la loro quantità va a gusto personale. Unire il pane mix di pan grattato e latte, e mezza cipolla triturata e grigliata. Amalgamare bene il tutto impastando finché non sarà omogeneo. Formare quindi le polpettine, della dimensione di una pallina da golf.

In una pentola antiaderente e abbastanza alta friggere le polpette nel burro girandole di tanto in tanto per farle diventare dorate ma non bruciate, se fossero troppe friggerle in più volte. Una volta fritte tutte le polpette rimetterle tutte nella pentola con metà cipolla cruda e intera e coprire con circa 900ml di brodo di carne (deve essere sufficiente a coprire tutte le polpette). Far cuocere circa 20 min dopo di che rimuovere la pentola dal fuoco, togliere la cipolla.

Per preparare la salsa far sciogliere in un padellino 100gr di burro, togliere dal fuoco e aggiungere mescolando 50 gr di farina. Facendo molta attenzione a non creare grumi unire un po’ del brodo di carne, la quantità dipende da quanto si vuole densa, aggiungerlo poco a poco e mescolare energicamente a fiamma bassa. Quando avrà raggiungo la densità desiderata unire 50gr di panna acida, 2 cucchiai di birra scura e uno di salsa Worcester. Aggiustare di sale e pepe. Far cuocere per un paio di minuti mescolando. Servire le polpette con la salsa e un contorno di purè.

Fonti
https://www.visitnorway.com/things-to-do/food-and-drink/
https://www.thefooddictator.com/hirshon-norwegian-meatballs-gravy-kjottkaker-med-brunsaus/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *