L’estate sta finendo e a settembre si torna al cinema

Una breve, semplice e variegata guida attraverso le imperdibili uscite settembrine. Da Cannes a Venezia, da Coppola a Aronofsky, passando attraverso Soldini, tutto ciò che c’è da sapere sui film in sala.
Settembre è finalmente arrivato, e ricomincia la nuova succulenta e variegata stagione cinematografica. Sin dalle prime settimane di fine estate si parte con il botto e le sale vengono invase da film attesissimi, alcuni dei quali reduci dai Festival più influenti (Cannes e Venezia). Se la pellicola madrina della nuova stagione è stata “Dunkirk” di Christopher Nolan, ovvero la personale versione della Seconda Guerra Mondiale del regista di “Inception” ed “Interstellar”, non ci sarà da stupirsi se i titoli che costellano l’intero mese sapranno essere altrettanto accattivanti.
Arriva il 7 settembre “Miss Sloane – Giochi di potere”, il dramma politico di John Madden, con una straordinaria Jessica Chastain, candidata ai Golden Globes 2017 proprio grazie all’interpretazione di Elizabeth Sloane: un’eroina dei tempi moderni, una delle donne più capaci del mondo lobbista conservatore statunitense, che si oppone alla legge che vorrebbe regolamentare il possesso di armi e l’uso di esse da parte delle donne in difesa dei propri cari. Una prova attoriale fenomenale, che merita di essere apprezzata.
miss sloan a settembre
Sempre il 7 settembre, i cinefili potranno gustarsi l’ultima fatica, questa volta mainstream, del geniale regista Edgar Wright: “Baby Driver – Il genio della fuga”, un ibrido pregiato che combina love e crime story – con ironia, irriverenza e tanta tecnica – che vede un cast giovane e fresco costituito da alcune tra le più promettenti giovani promesse di Hollywood: Lily James e Ansel Elgort.
Un giorno dopo la presentazione a Venezia 74, l’8 settembre, arriva in sala “Il colore nascosto delle cose” di Silvio Soldini, il racconto di una passione inaspettata tra un celebre, ricco pubblicitario e una fisioterapista non vedente dall’animo forte e determinato. Soldini torna, dopo il documentario “Con altri occhi”, ad interessarsi e parlare di chi vede attraverso le sensazioni ed i sentimenti
Il 21 settembre è il turno de “L’inganno” di Sofia Coppola. Presentato allo scorso Festival di Cannes, segue le vicende di un soldato ferito durante la Guerra di Secessione, affidato alle cure di un gruppo di donne di diverse età che abitano una scuola femminile. La presenza dell’uomo porterà inquietudine, scompiglio e molto altro. Annunciato come remake de “La notte brava del soldato Jonathan”, incuriosisce, soprattutto se messo in relazione alla particolare ed innovativa visione storica che contraddistingue la produzione della Coppola.
l'inganno a settembre
Direttamente dalla Quinzaine des Realisateurs, approda in sala il 28 settembre “L’intrusa” dell’italiano Leonardo Di Costanzo, un dramma che racconta il mondo del volontariato e la realtà in cui vivono quelle anime bisognose cresciute nel disagio e nel degrado.
In concorso a Venezia74 e nei cinema il 28 settembre, “Una famiglia” di Sebastiano Riso, con Micaela Ramazzotti, Pippo Delbono e Matilda De Angelis. Il diritto alla maternità di una coppia si scontra con la latitanza dello stato. Pur di esaudire il loro desiderio, faranno i conti con la criminalità.
Ed infine, ancora dalla Mostra Del Cinema di Venezia, arriva in sala “Madre!”, il dramma psicologico a tinte horror di Darren Aronofsky con Jennifer Lawrence e Javier Bardem. L’arrivo di ospiti misteriosi nella casa di un’innamoratissima e affiatatissima coppia mette a rischio il proprio rapporto, trascinandolo in un vero e proprio inferno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *