Stella di Natale: origine e leggende

Il Natale è ormai alle porte, e tutti i negozi si sono riempiti degli allegri fiori associati a questa festa. Ma da dove arriva la Stella di Natale? Scopriamo insieme la storia della sua origine, dagli Atzechi alle nostre case.

Il nome botanico della pianta a noi nota come Stella di Natale è Euphorbia pulcherrima. Letteralmente il nome significa molto bella, poiché anche il botanico che le diede nome era rimasto incantato dal rosso intenso delle sue foglioline.

Il piccoli fiorellini di una Stella di Natale

La pianta è composta da comuni foglie dentate verdi e alcune foglioline colorate, spesso scambiate per fiori per il colore e la natura diversa rispetto al resto delle foglie. Questa colorazione è ottenuta tramite il fotoperiodismo, la reazione dell’organismo alla lunghezza dei periodi di luce e buio. Oltre alla più famosa colorazione rossa, esistono anche quelle bianca, rosa e arancione.

La Stella di Natale è originaria del Messico, si può trovare nelle foreste tropicali ad altitudini moderate e anche nelle zone più interne di foreste più calde e secche. Per la conservazione nelle nostre case è quindi importante che venga tenuta lontana da gelate (ma non è necessario tenerla in casa!).
Per far rinascere le particolari foglioline colorate, invece, bisogna esporre la pianta a periodi di luce/buio di 12 ore per almeno cinque giorni. Il buio deve essere assoluto: niente luci, nemmeno artificiali (anche i fari delle auto in strada potrebbero vanificare il trattamento). Durante le ore di luce invece è da preferire una luce forte, che rende più intenso il colore.

Stelle di Natale per Montezuma

Già gli Aztechi la usavano per scopi decorativi. Montezuma, l’ultimo sovrano Atzeco, aveva una vera e propria passione per questa pianta, tanto che ne faceva trasportare fino alla sua residenza a Città del Messico, che si trova a un’altitudine troppo elevata perché la pianta possa crescere. La pianta era poi usata come naturale antipiretico, mentre dalle sue foglie rosse veniva estratta una tinta rossastra.

L’introduzione negli Stati Uniti è attribuita a Joel Roberts Poinsett, primo ambaciatore Statunitense in Messico, appassionato di botanica. Il suo contributo alla diffusione è riconosciuto anche nel nome popolare del fiore, noto anche come Poinsettia. L’associazione con il Natale è iniziata nel XVII secolo, quando i frati francescani in Messico introdussero la pianta tra le decorazioni natalizie.

Agli inizi del novecento una famiglia americana del sud California iniziò a crescere la Stella di Natale in serra, dando avvio alla produzione commerciale della pianta negli Stati Uniti.

Un vero successo commerciale, di cui facilmente ci accorgiamo entrando nei nostri negozi.

 

Fonti:

https://www.phoenixflowershops.com/pages/poinsettiahistory.htm

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *