La magia eterna dei giochi natalizi

“Quando il gioco si fa duro…i duri cominciano a giocare”

John Belushi

La Tombola e il Sette e Mezzo sono i grandi classici della tradizione italiana. In un’ era condizionata dai social il periodo natalizio é comunque fortemente legato a questo tipo di giochi natalizi.

Le vacanze natalizie sono alle porte e con esse si avvicina anche il momento in cui le famiglie italiane si riuniscono per cenoni di vigilie e pranzi, che possono avere una durata compresa tra le due e le sei ore in base alla regione. Il Natale è un’ottima occasione per vedere parenti di cui si sono ormai quasi perse le tracce e per trascorrere del tempo con la famiglia. Durante queste feste non esiste miglior modo di passare il tempo che con i tipici giochi natalizi come la Tombola, Sette e mezzo e tanti altri.

La Tombola è un grande classico del Natale, quasi al pari del Panettone. È un gioco molto facile e con poche regole. Prima di tutto occorre una persona che tenga il cosiddetto “tabellone” e che faccia da tomboliere, ovvero che estragga i numeri e li dica ad alta voce. I partecipanti devono possedere minimo una casella, che comprano e il cui prezzo varia in base alla ricchezza della famiglia. Una volta estratto il numero, i partecipanti devono controllare se quel numero è presente nella casella; se la risposta è affermativa il numero deve essere barrato. Se si barrano due numeri sulla stessa casella si fa ambo, con tre si fa terno, con quattro quaterna, con cinque cinquina e se si barrano tutti i numeri della casella si fa tombola. Ogni step comporta una vincita economica. Il gioco termina quando uno dei partecipanti fa tombola.

Sette e mezzo è un gioco di carte, che si intavola con le carte napoletane. Vi è un mazziere, il cosiddetto banco, e dei partecipanti. Il banco distribuisce una carta ad ognuno dei concorrenti, che a turno sfidano il banco. In base alla carta che hanno, devono puntare e decidere se chiedere un’altra carta per arrivare il più vicino possibile a sette e mezzo oppure non chiedere una carta poiché quella che hanno li soddisfa. Se, dopo aver chiesto una carta, la somma con quella che hanno in mano supera sette e mezzo vince il banco; se si arriva a sette e mezzo bisogna dichiararlo subito, girando la carta ricevuta all’inizio, che deve restare coperta fino alla fine; se non si supera sette e mezzo bisogna aspettare che ogni partecipante abbia giocato ed infine aspettare il mazziere. Se il mazziere supera sette e mezzo, ovvero “sballa”, paga la puntata a tutti i concorrenti; se invece il mazziere vince, ogni giocatore deve pagare in base al punteggio ottenuto. C’è una carta, il dieci di denari, detta matta, che può valere qualsiasi numero, purché sia intero.  

Il Natale è un momento magico, sia per i grandi che per i più piccoli, ed i giochi natalizi contribuiscono a rendere ottima l’atmosfera familiare. Questo perché sono giochi semplicissimi, adatti a tutte le fasce di età e che si possono giocare sia con molti soldi, sia con pochi spiccioli. 

Possono essere considerati giochi democratici, poiché vengono intavolati da tutte le tipologie di famiglie. Sono giochi che uniscono, ma bisogna stare molto attenti perché si possono incrinare rapporti familiari, se si tenta di fare i furbi o di barare.

Fonti                                                 Credits

wikipedia                                           Tombola

Sette e Mezzo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *