Assassin’s Creed: le missioni di Desmond tra realtà e finzione storica

“Agiamo nell’ombra per servire la luce. Noi siamo assassini.”

Moussa dal film “Assassin’s Creed”

Assassin’s Creed è l’unico videogioco che riesce a fondere azioni illegittime, senso di giustizia a elementi storici, poco realistici, ma contornati da un fondo di verità.

La saga di Assassin’s Creed è senza dubbio una delle più segnanti serie di videogiochi del periodo attuale, da quando nel 2007 Ubisoft ha lanciato “Assassin’s Creed” , la popolarità del gioco è cresciuta in maniera esponenziale. Attualmente conta dieci videogiochi e fumetti, film lungometraggi e cortometraggi.

I motivi di questa ascesa sono innanzitutto nella tematica innovativa che gli amanti del gaming si trovano ad affrontare. La saga vede come protagonista Desmond Miles, che viene sottoposto a delle sezioni in un macchinario noto come Animus, in grado di far rivivere le esperienze dei propri antenati. Tramite questi ricordi Desmond scopre di far parte della Confraternita degli Assassini, da sempre in lotta contro l’Ordine Templare. I Templari puntano al controllo della vita degli uomini per guidarli poi verso la pace, gli Assassini, invece, vogliono migliorare il mondo eliminando i tiranni.

Desmond rivivendo le esperienze dei suoi avi, come Altair o Ezio Auditore, conduce i videogiocatori tra l’Antico Egitto, le Crociate, l’Italia rinascimentale (l’episodio “Assassin’s Creed Brotherood” ambientato a Firenze è una delle più amate) e l’America coloniale, offrendo loro degli spaccati sull’antichità, se non realistici, quantomeno affascinanti. Si possono infatti incontrare molti personaggi realmente esistiti, tra cui l’illustre Leonardo da Vinci, impegnati in avventure che esulerebbero dalle loro reali caratteristiche.

Oltre alla storia c’è ovviamente la componente ludica. Il gioco è strutturato per un singolo giocatore che deve completare le missioni degli antenati di Desmond con mezzi tutt’altro che leciti. L’abilità del player sta nel riuscire ad affrontare anche più nemici insieme senza poter contare, tranne in rare eccezioni, sull’aiuto di nessuno.

Assassin’s Creed si erge come fenomeno di massa anche grazie al film uscito nel 2016 e ai fumetti. Negli ultimi anni le avventure di Desmond sono uscite dal semplice (per modo di dire) mondo dei videogiochi e sono entrate nell’immaginario comune dei giovani: sono diventate un autentico cult.

Fonti:                                                  Immagini:

Assassin’s Creed                                  Copertina

wikipedia                                             immagine

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *