Banca etica: un‘economia sostenibile

La sostenibilità nell’economia

La sostenibilità è ormai entrata nelle strategie di investimento degli operatori finanziari. L‘attenzione alla condotta socio-ambientale e al buon governo delle società in cui investiamo è legata alla crescente consapevolezza che questi elementi influenzino positivamente la riduzione dei rischi e le prestazioni a lungo termine.

La sensibilità per le questioni ambientali e sociali coinvolge oggi anche le banche centrali; in primo luogo, i fenomeni legati ai cambiamenti climatici e allo sfruttamento delle risorse ambientali sono considerati sempre più rilevanti per la stabilità dei sistemi finanziari.

Una banca etica: cos’è?

Una banca etica, conosciuta anche come banca sociale, alternativa civica o sostenibile, è una banca che pone al centro del suo lavoro gli impatti sociali e ambientali dei suoi investimenti. Esso comprende investimenti etici, investimenti ad impatto, investimenti socialmente responsabili, responsabilità sociale delle imprese.

L’obiettivo delle banche etiche è quello di formulare una proposta alternativa al servizio standard che offrono oggi le banche di tutto il mondo. Si tratta di una proposta sostenibile, oggi sentita come urgente e prioritaria, dal momento che il cambiamento climatico costituisce oggi la questione più preoccupante.

Linee guida per il settore bancario

Il settore bancario ha una catena che si intreccia al ciclo di fornitura di prodotti e servizi finanziari, ma caratterizzata dall’impatto ambientale sostanzialmente negativo. Finché non ci sono linee guida o criteri bancari che si concentrino su aspetti etici, sociali e di sostenibilità, la procedura attualmente proposta è quella della “neutralità“; ciò esclude le considerazioni etiche, sociali e ambientali dal processo decisionale dei banchieri. Capire, invece, che il denaro non è neutrale costituisce oggi il primo passo; esso comporta responsabilità non solo dal punto di vista del valore finanziario, ma anche da quello dei valori aggiunti umani. Il denaro “neutrale”, investito in modo intelligente, come strumento per migliorare la qualità della vita, può avere un impatto notevole sullo sviluppo umano.

Fratellanza, trasparenza e dignità

Si tratta ora di evidenziare quali siano le qualità umane e gli impulsi etici che oggi possiamo trovare nelle società moderne, sia nei paesi sviluppati che in quelli in via di sviluppo, che possono essere introdotti nel processo bancario. Tra questi, l’impulso alla fratellanza, laddove ognuno di noi si sente responsabile l’uno dell’altro e sente coesione sociale. Un tale impulso, laddove il solo interesse personale e il puro orientamento del consumatore stanno assumendo la guida dell’economia moderna, risulta fondamentale. Un flusso di denaro trasparente rappresenta il primo step volto a incentivare la coesione sociale e l’interesse reciproco. L’impulso al riconoscimento della dignità umana come condizione preliminare per lo sviluppo umano, invece, dimostra uno sguardo per la personalità e la capacità degli esseri umani; la disponibilità di denaro potrebbe contribuire a un uso prezioso delle capacità umane.

I principi delle Banche etiche

Trasparenza, partecipazione, sobrietà e volontà rappresentano per le Banche etiche i principi su cui fondare il proprio lavoro; un lavoro che si basa sulla trasparenza dei loro investimenti, sulla partecipazione dei soci e di chiunque voglia fare parte e, soprattutto, sulla volontà di cambiamento nel mondo, che costituisce la base per la trasformazione.

La GABV

La Global Alliance For Banking on Values (GABV) è una rete indipendente che riunisce le principali Banche Sostenibili che operano in tutto il mondo. Uno studio della GABV confronta i risultati economici delle principali banche internazionali, le cosiddette “too big to fail“, con quelli delle banche sostenibili. Dai risultati ottenuti, le Banche Sostenibili destinano al finanziamento dell’economia reale quasi il doppio rispetto alle banche “too big to fail”. Le principali banche, infatti, prestano meno, attraggono meno depositi e hanno una base di capitale più debole rispetto alle banche sostenibili, le quali al contrario investono di più a livello internazionale, in una società più verde e giusta. Sostengono l’economia reale, forniscono rendimenti stabili e il loro modello di business è più robusto e resistente.

Banca Etica per il futuro

Oggi si pensa che per vivere in maniera sostenibile è possibile solamente fare una buona riciclata e consumare in maniera critica, tralasciando azioni che permangono nella loro condotta poco funzionale e estremamente nociva per la nostra società. Anche l’economia, infatti, può investire in maniera sostenibile: le Banche Etiche si pongono come esempio di investimenti etici e “green” e tutto ciò garantito dalla trasparenza delle loro azioni, affinché ognuno di noi possa esserne al corrente.


FONTS

CREDITS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.