ONG: cosa sono e perché sono così criticate

Che cosa sono le ONG  

ONG sta per Organizzazione Non Governativa. Si tratta di organizzazioni che si occupano di diverse tematiche in molti ambiti, ma che hanno in comune il fatto di agire senza scopo di lucro. Solitamente, questi enti si occupano di attività benefiche, o comunque cercano di rendersi utili in favore degli altri.  

help

Chi gestisce una ONG non ha, e non deve avere, nessun tipo di collegamento con il governo di uno stato. Non deve percepire compenso per l’attività che compie e deve essere semplicemente spinto da una motivazione caritatevole 

La gran parte delle ONG è formata da persone volontariamente impegnate in questo tipo di attività. E’ importante specificare che, per quanto riguarda la parte amministrativa, vi sono persone impiegate con un salario.  

Uno sguardo alle maggiori ONG al mondo  

Elencare tutte le ONG che sono state fondate e che sono ora in funzione sarebbe veramente dispendioso. Nonostante ciò, ce ne sono alcune che sono riconosciute internazionalmente. Tra di esse abbiamo: Amnesty International, Save the Children, Medici senza frontiere, WWF, Greenpeace  

Tra le ONG di origine italiana, abbiamo: Emergency, Caritas, Legambiente. Bisogna sottolineare comunque che per la giurisdizione italiana, una ONG è riconosciuta dal Ministero degli affari esteri e della cooperazione internazionale.  

La storia di alcune ONG  

Andando un po’ più nel dettaglio, possiamo descrivere alcune delle organizzazioni nominate precedentemente, in modo tale da farci un’idea sulla loro importanza.  

Save the children nasce nel 1919 ed attualmente opera in 125 paesi. Il suo ruolo principale è quello di proteggere i diritti dei bambini e degli adolescenti. In sostanza, si focalizza su ciò che sta a cuore ai minori, che spesso sono penalizzati, specialmente in determinate tipologie di società. In molti Paesi ci sono ancora importanti casi di mortalità infantile. Inoltre, sono moltissimi i bambini che si trovano a fuggire da Paesi in guerra, insieme a genitori che faticano a garantire loro un futuro stabile. 

 

WWF è una sigla che sta per World Wide Fund for Nature. Si occupa della salvaguardia della natura ormai dal 1961, anno della sua fondazione. Il logo, che raffigura un panda, è ormai entrato nell’immaginario collettivo. Inizialmente è nata come un’organizzazione dedita alla tutela della flora e della fauna, mentre attualmente ha ampliato la sua preoccupazione anche verso il cambiamento climatico.  

Caritas è un’organizzazione no profit fondata dalla Conferenza Episcopale Italiana, nel 1971. Vuole unire lo spirito caritatevole della religione cattolica con un’azione concreta a sostegno di chi ne ha bisogno. In Italia, questa organizzazione è molto famosa per essere di sostegno, tramite mense ed altre attività di volontariato, alle persone che si trovano in gravi difficoltà economiche. 

Perché le ONG sono criticate?  

A primo impatto, l’idea di poter andare contro ad organizzazioni che sono nate e predisposte per l’aiuto disinteressato del prossimo sembra essere fuori da ogni concezione morale.  

Nonostante ciò, non mancano e non sono mancate in passato diverse polemiche riguardo al ruolo delle ONG all’interno della società.  

La questione dei finanziamenti 

Una delle polemiche scaturite a riguardo di questo tipo di organizzazione è sicuramente il fatto che esse, essendo senza scopo di lucro, hanno bisogno di finanziamenti. Questi arrivano da donazioni private, ma anche da fondi pubblici. Di solito questi fondi arrivano dalle agenzie governative, dalle Nazioni Unite o dall’Unione Europea. 

I soldi donati alle ONG sono utilizzati (e devono essere utilizzati) per la continuità dell’attività benefica. Nonostante ciò, negli anni, molti si sono chiesti se queste società fossero del tutto trasparenti a riguardo dei finanziamenti ricevuti.  

C’è comunque da dire che le varie ONG, italiane e straniere, sono obbligate a pubblicare i propri rapporti annuali e i propri bilanci economici, in modo tale da rendere pubblica qualsiasi tipologia di spesa, anche per correttezza nei confronti delle persone che donano i propri soldi e si aspettano che questi vadano a favore di cause benefiche.  

Il caso dei migranti  

È inutile girarci intorno, la realtà delle ONG è salita agli onori della cronaca recentemente in merito alla questione dei migranti. Questo argomento è dibattuto largamente dall’opinione pubblica italiana.  

Una ONG in particolare ha fatto parlare di sé negli ultimi anni. Stiamo parlando della Sea Watch, che si occupa di monitorare la situazione nel Mediterraneo, cercando di salvare migranti in difficoltà che ogni giorno occupano le acque marittime.  

Carola Rackete è stata la protagonista delle pagine dei giornali di tutto il mondo proprio in merito alla sua attività con Sea Watch. La donna, in qualità di comandante della nave appartenente alla Sea Watch, ha deciso di salvare dei naufraghi dalle acque del Mediterraneo, nel giugno del 2019.  

La polemica è scaturita dal fatto che questi migranti si trovassero in acque italiane, portando Carola Rackete a rischiare il carcere e una sanzione. Questo è ciò che prevede la legge italiana quando non si rispettano gli obblighi internazionali nelle operazioni di soccorso in mare. Le varie inchieste e i vari processi che seguirono stabilirono che Rackete fu spinta ad agire semplicemente per la salvaguardia dei naufraghi, assolvendola completamente.  

Il potere delle ONG 

Il caso della Sea Watch, insieme alle varie polemiche che si susseguono da anni, mostrano come le ONG siano una figura di spicco, nel bene o nel male, della politica internazionale e della società.  

Esse sono molto importanti per quanto riguarda diverse questioni. Sono in grado di opporsi apertamente ad attività governative. Una causa sociale, un’ingiustizia, un diritto fondamentale violato che viene presa in considerazione dalle ONG guadagna subito rilevanza politica e sociale.  

Possono mettere luce su tematiche in cui si verificano ingiustizie di diverso tipo, che spesso sono ignorate dai governi nazionali ed internazionali. I governi, in questo modo, ricevono pressioni non indifferenti. Ciò ci rende consapevoli del peso che le ONG hanno e di quanto sia importante che utilizzino il proprio potere e la propria influenza per utili scopi.  

 

Fonti:

veracura.network

wikipedia.org

savethechildren.it

wwf.it

caritas.it

tg24.sky.it

linkiesta.it


Credits:

Copertina

Immagine 1

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.